via Giuseppe Regaldi 00. 
Torino, Italy
T : +39 3485498512
cripta747@gmail.com




Current : Lorenzo Scotto Di Luzio, Diego Perrone / Until 12 April



_____________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________





Groupage #1, Opening, 24 march


Diego Perrone
Totò nudo 


We are pleased to present the second shipment of Groupage.
h 6 PM, conversation with Diego Perrone and Barbara Casavecchia



Diego Perrone, Totò nudo, Courtesy Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino








_____________________________________________________________________________






Groupage #2, March 2014


march 2014, exhibition copy, 16 gr 
courtesy Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Groupage is a group show in progress curated through a series of presentations, talks 
and discussions around works on loan by galleries, museum and private collections




_____________________________________________________________________________






NAV, 27 february - 29 march

Lorenzo Scotto Di Luzio
La vie en Rose


Cripta747 è lieta di presentare "La Vie En Rose", una scultura di Lorenzo Scotto Di Luzio.





Lorenzo Scotto Di Luzio. La vie en rose. Cripta747, Torino. Courtesy Krome, Berlin - Fonti, Napoli




L'altro, Noi e (l'arte)

In mostra La scultura ritrae la famiglia dell'artista, in un pathos estetico che si consuma di fronte ad un bancomat, oggetto archetipo della parabola della crisi e del dramma come copione del nostro tempo. 

Lorenzo Scotto Di Luzio attraverso un linguaggio tipicamente postmoderno utilizza se stesso come veicolo di comunicazione e di rappresentazione collocando il suo lavoro in una posizione radicale nella quale rifiuta di utilizzare l'altro come strumento e di fatto come riduttore, ma agisce in una sorta di apnea in cui non esiste distanza tra Noi, (l'arte) ed il nostro pensiero.

Questo fatto fisico e appartenente al reale è ridimensionato in "la vie en rose" dalla scala ridotta delle sculture che modificano i tratti dell'esperienza sottolineando l'indebolimento dell'essere, questa riduzione della realtà acquista i tratti di una burla i protagonisti sono simili a pupazzi dai colori vividi, come dei fantocci di marzapane.

Il lavoro di Lorenzo Scotto Di Luzio, attraverso un'immagine poco eclatante ma di grande efficacia ci invita a compiere una riflessione sui mutamenti etici in atto e sulle conseguenti derive estetiche ad essi collegati, introducendo come nuova traccia e suggestione per il nostro lavoro di ricerca il concetto filosofico di pensiero debole.

Il progetto è parte di "Navigazione A Vista", programma 2013/2014 dedicato al paesaggio e al Mediterraneo a cura di Cripta747. "La vie en rose" si colloca come primo appuntamento di Groupage, una mostra collettiva in divenire realizzata attraverso un ciclo dinamico di presentazioni, talk e approfondimenti.


-


Cripta747 is pleased to present "La Vie En Rose", a sculture by Lorenzo Scotto Di Luzio.

L'altro, Noi e (l'arte)

A sculpture of the artist’s family is exposed in the exhibition. The scene, full of aesthetic pathos, takes place in front of an ATM: that archetype-object, metaphor of the crisis and of the drama, could be considered as the script of our era.

Through a typical postmodern language, Lorenzo Scotto Di Luzio uses his persona as a vehicle of communication and representation. He situates his work in a radical position, in which he refuses to use the other as an instrument or a figurehead: he acts in a state of pseudo-apnea, in which there is no distance between Us, (the art) and our mind. 

This physical aspect belonging to the real is put into perspective in “la vie en rose”: the reduced scale of the sculptures, modifying the ways of experience, underlines the weakening of the being. This reduction of the reality turns into a “joke”, in which the protagonists are similar to vividly colored puppets, similar to marzipan rag dolls. 

The work of Lorenzo Scotto Di Luzio is a vision of his own landscape, a postmodern artwork in which the traditional subject – in this case, the family – is connected to a cold non-literal object, the ATM. The final reflection introduces the philosophical concept of the weak thought as a trace of a path inviting to the reflection on the current ethical changing, along with the consequential aesthetical and linguistics results. 

The project is part of “Navigazione A Vista”, the 2013/2014 program curated by CRIPTA747 and dedicated to the topics of landscape and the Mediterranean. “La vie en rose” is the first appointment of Groupage, a collective show in progress, conceived as a dynamic cycle of presentations, talks and researches. 


4 febbraio, Torino









Lorenzo Scotto Di Luzio. La vie en rose. Cripta747, Torino.
Courtesy Krome, Berlin - Fonti, Napoli






_____________________________________________________________________________



Groupage #1, Opening




We are pleased to present the first shipment of Groupage, 
Lorenzo Scotto Di Luzio, "La vie en Rose".

On thursday 27 february 2014, h 7 PM
h 6 PM, in conversation with Marianna Vecellio



_____________________________________________________________________________



Groupage #1, February 2014


First Shipment,  february 2014 - from Berlin to Torino
2 cases, 150x40x100 cm _ 40 Kg / 70x70x140 cm _  70 kg

Groupage is a group show in progress curated through a series of presentations, talks 
and discussions around works on loan by galleries, museum and private collections






____________________________________________________________________________




NAV : 11 February 2014, Torino







_____________________________________________________________________________




www.t-a-x-i.it


I Pensatori di buchi
Barbara Casavecchia


Il testo di Barbara Casavecchia è un tentativo, come scrive l'autore, di ricostruire un decennio a partire da un’opera. Realizzato per essere letto in occasione di "Arte contemporanea, storiografia e sfera pubblica" a cura di Michele Dandini presso il Castello di Rivoli e pubblicato in questa occasione per il secondo board di ricerca di T-A-X-I .

     


_____________________________________________________________________________



NAV : Saturday 4 January 2014, h 3.30 pm



Dress Code Forcone
Lorenzo Scotto Di Luzio

Meeting Point at Antica Tettoia dell'orologio
Porta Palazzo, Torino



Lorenzo Scotto di Luzio, performance, 2014. Porta Palazzo, Torino

Si ringraziano tutti i partecipanti per aver picchiato l'artista.
We thank all the participants for having beaten the artist.


_____________________________________________________________________________



NAV : 05 December / 28 February



AROMA
at Operativa Arte Contemporanea
Via del Consolato 10, Roma





AROMA è il terzo appuntamento di "Navigazione a Vista", un programma di approfondimento e ricerca a cura di CRIPTA747.

Ho pensato ad una condizione di familiarità e allo stesso tempo ad un gusto morbido e rotondo. Spesso utilizziamo la parola aroma in relazione al caffè; la percezione che ne abbiamo combina simultaneamente sapore e odore. Un meccanismo di significazioni, che non intendiamo in questo momento approfondire, ci colloca in una dimensione che sta a ridosso del risveglio e della ragione.

I lavori presenti in mostra sono legati tra loro per ricostruire esattamente questa proiezione di slancio dolce.

-

Aroma is the third appointment of NAV, a program curated by Cripta747.

Familiarity. Soft and round taste. Often the word "Aroma" is used to describe a coffee: the perception we record is a combination on flavor and smell. A mechanism of signification (that we don't mean to study in deep right now) put us in a dimension that slightly anticipate the awakening and reason.

The relation between the works in Rome, reconstructs exactly this projection of momentum sweet.



       



more here : http://cripta747-aroma.tumblr.com




_____________________________________________________________________________



www.t-a-x-i.it


Mediterraneo
Daniela Bigi



Il testo di Daniela Bigi è una analisi sulla scena artistica in Sicilia che segue il filo dell'esperienza diretta dell'autore di cattedra all'Accademia di Palermo. 

Il presupposto è l'incapacità di un territorio ad aderire a quelli che sono i sistemi del globale e della passata industrializzazione. Questo progetto fallito, vuoi per condizione periferica o per rigetto naturale si traduce in una analisi positiva che trasforma quel luogo in uno dei serbatoi di energia intellettuale più significativi in Italia. 

Mediterraneo è un testo inedito pubblicato per il secondo board di ricerca di T-A-X-I .

 

_____________________________________________________________________________




NAV: 10 November / 31 January


Ente da fare
Giuseppe Buzzotta e Vincenzo Schillaci


CRIPTA747





Ente da fare, installation view, Cripta747, Torino

1. Giuseppe Buzzotta, "Untitled (tnsl)", 2013 - poplar, sealing wax, acrylic. 150x200 cm
2. Vincenzo Schillaci, "Pietra 1", 2013 - lime, plaster, quartz, pigments, marbled finishing, wax. 150x200 cm
3.  Vincenzo Schillaci, "Shells", 2013 - plaster, pigments, wax, wastes, paint, clay - dimensions 



We are pleased to present the inaugural exhibition of the 2013-14 season of Cripta747, space for research and a cultural center for the arts in Turin.

Operating from 2008 in the Umberto I gallery in Porta Palazzo, our activities have now been moved to the basement of the Franco Noero Gallery – whose access is in via Regaldi 00, in the Barriera/Monumental Cemetery neighborhood – for the realization of a seasonal project.

The first event in the new working space is Ente da fare, a double solo show by the Palermitan artists Giuseppe Buzzotta and Vincenzo Schillaci.


_


Ente da fare develops the open potential of the restorative and decorative techniques. On view, there are five big painted boards, signs of a reflection on images and on their fruition.

By studying the conservative and restorative treatments for musical instruments, Giuseppe Buzzotta fixes on paintings the gestures and lines evoking notes and sound, lying in coats of sealing wax.
The same practice of stratification is at the core of Vincenzo Schillaci’s works; by overlapping the matter, the wooden boards are transformed into marbled figures, underlining the passage of time between the first and the last layer. 

The artworks are the result of a careful consideration on the practice of making images and conceiving them. It is an analysis around the fruition and the modern use of images, as they are brought back to a sort of “sacredness”.

In Vincenzo Schillaci’s Shells, wastes coming from the mold of a plaster casts gallery strengthen and embellish their “shells” in order to restore attention to their hidden signs.




Ente da fare, installation view, Cripta747, Torino
Vincenzo Schillaci, "Pietra 1/ 2", 2013 - lime, plaster, quartz, pigments, marbled finishing, wax. 150x200 cm




Ente da fare, installation view, Cripta747, Torino
1. Vincenzo Schillaci, "Pietra 3", 2013 - lime, plaster, quartz, pigments, marbled finishing, wax. 150x200 cm
2. Giuseppe Buzzotta, "Untitled", 2013 - elyplast, PVC, copper.  90x108 cm






   


Giuseppe Buzzotta, "Untitled", 2013 - elyplast, PVC, copper.  90x108 cm
Vincenzo Schillaci, "Pietra 2", 2013 - lime, plaster, quartz, pigments, marbled finishing, wax. 150x200 cm




   


Vincenzo Schillaci, "Pietra 3", 2013 - lime, plaster, quartz, pigments, marbled finishing, wax. 150x200 cm
Vincenzo Schillaci, "Pietra 1", 2013 - lime, plaster, quartz, pigments, marbled finishing, wax. 150x200 cm




Vincenzo Schillaci, "Shells", 2013 - plaster, pigments, wax, wastes, paint, clay - dimensions 




Giuseppe Buzzotta, "Untitled (tnsl)", 2013 - poplar, sealing wax, acrylic. 150x200 cm


_____________________________________________________________________________





live on 9th november 2013
at Cripta747 Hangar Department, Artissima week, Turin.



MAD MED
feat. Aniello Maffettone, OOBE, Primitive Art 





follow here: 
http://madmed-ita.tumblr.com/





_____________________________________________________________________________




NAV : on 5th november 2013 at midnight

Centramento
Torre Piacentini, Genova



On a widescreen placed on Torre Piacentini a collection of sea-waves recording by Renato Leotta, takes will be broadcasted at midnight.

This is a collective invitation to observation addressed to the city. It aims at re-establishing a relationship between architecture and landscape by elaborating reflections on reading formats and displays and on the creations of images.

This night apparition is born from the desire to define a moment of encounter and departure, proposing a visual centering in the form of an appointment with the landscape.



"Centramento"_ screening by Renato Leotta, Genova




_____________________________________________________________________________



Online Edition 2013
 http://www.t-a-x-i.it


_____________________________________________________________________________





Schedule Cripta747, Artissima Week






_____________________________________________________________________________




NAVManifesto 2013/2014


Navigazione a vista
Renato Leotta, Alex Tripodi, Elisa Troiano



Siamo lieti di presentare il programma della stagione 2013/2014 di CRIPTA747, spazio di approfondimento e centro culturale per le arti di Torino.

Le nostre attività, dal 2008 operative nella galleria Umberto I di Porta Palazzo, si sposteranno per la realizzazione di un progetto stagionale nel basement della Galleria Franco Noero, con accesso da via Regaldi 00, nel quartiere Barriera / Cimitero Monumentale.

"Navigazione a vista", il progetto di Renato Leotta, Alexandro Tripodi ed Elisa Troiano partirà in concomitanza con Artissima 2013 e si svilupperà come un percorso di osservazione del paesaggio e di approfondimento sul Mediterraneo, attraverso un lavoro di ricerca sul campo e di condivisone e dialogo tra artisti, ricercatori e scrittori.

L'idea é mantenere attivo un monitoraggio trasversale dedicato alle ricerche e alle realtà italiane, riflettendo sulla geografia in senso etimologico: un insieme di architetture, pensieri e attraversamenti di spazi e tempi, che si concretizzano per mezzo di collaborazioni con entità sensibili dislocate sulla penisola.

Il primo appuntamento nella nuova sede operativa é "Ente da fare", una doppia personale degli artisti palermitani Giuseppe Buzzotta e Vincenzo Schillaci.

Il programma espositivo di CRIPTA747 si sviluppa osservando parallelamente la traccia della piattaforma di scrittura T-A-X-I; da qui, presenteremo, nel corso della stagione, gli elaborati di ricerca interdisciplinari del nuovo gruppo di lavoro composto da: Daniela Bigi, Antonella Camarda, Barbara Casavecchia, Davide Daninos, Eva Fabbris, Beniamino Foschini, Luca Lo Pinto e Pier Paolo Tamburelli.

Tra i nuovi progetti paralleli abbiamo il piacere di presentare MAD MED, un display dedicato alle interazioni tra ricerche musicali, arti e performance, saranno coinvolti produttori della scena elettronica mediterranea ed internazionale.

Proseguiranno in collaborazione con l'associazione Barriera il ciclo di mostre personali Mirror Project.

Torino, 24 ottobre 2013

Renato Leotta, Alex Tripodi, Elisa Troiano




_____________________________________________________________________________



MAD MED live on 7th november 2013






_____________________________________________________________________________



on saturday 09 november, NEW HEADQUARTERS


dal o6 novembre al 21 dicembre

09 november
NOTTE DELLE ARTI CONTEMPORANEE


Giuseppe Buzzotta, Vincenzo Schillaci
"Ente da fare"


"Ente da fare" è il primo appuntamento nella nuova sede operativa, una doppia personale degli artisti palermitani Giuseppe Buzzotta e Vincenzo Schillaci.

La forma dialettale che restituisce le caratteristiche tipiche reazionarie e nichiliste della generazione degli attuali trentenni in Italia / niente da fare. / si trasforma in una ipotesi per il rinnovamento dei valori e in una riflessione sulla collocazione dell'uomo davanti a se stesso e davanti alla necessità di comprendere e realizzare immagini.

Il progetto nato dal lavoro di ricerca di Vincenzo e Giuseppe si colloca nel programma dello spazio espositivo come il frutto di un primo momento di condivisione e confronto sulla città di Palermo.




CRIPTA747
via Regaldi 00, 10154 
Torino, IT

Web : cripta747.blogspot.com



_____________________________________________________________________________




on saturday 09 november h 11pm


MAD MED





location su un invito



_____________________________________________________________________________



from 07 th to 10 th november, Artissima



"A statement between architecture and landscape"
Renato Leotta


All'interno della sezione "Musei in Mostra" presentiamo una selezione di lavori che indagano sullla natura di un immaginario ed il rapporto di reciproca determinazione che si instaura con il suo territorio di origine.



Musei in mostra
 @ Artissima _ Oval, Torino



_____________________________________________________________________________




on friday 08 th november, Artissima


T-A-X-I

Presentazione nuovo gruppo di lavoro

Daniela Bigi, Antonella Camarda, Barbara Casavecchia, Davide Daninos
Eva Fabbris, Beniamino Foschini, Luca Lo Pinto, Pier Paolo Tamburelli.


ore 17 - 18 _ sala conferenze
@ Artissima _ Oval, Torino

www.t-a-x-i.it

Il programma 2013/2014 è sostenuto da Fondazione CRT



_____________________________________________________________________________




MAD MED
     on friday 18 october 2013, we are happy to present MAD MED,
    a new display dedicated to music and visual researches in Turin.





    follow _ http://madmed-ita.tumblr.com/
    event _ https://www.facebook.com/events/308935502582180/?ref=22
     




    _____________________________________________________________________________





    forthcoming







    CRIPTA747

    Spazio di Approfondimento Culturale, Torino

    Cripta747 moves his activities in the basement of Galleria Franco Noero, 
    in the district of Barriera di Milano / Monumental Cemetery.


    Opening on 09 November 2013
    Via Regaldi 00, Torino, Italia



    T-A-X-I 

    update curatorial board

    www.t-a-x-i.it is a web platform devoted to research and
    exchange among curators, artists and institutions.

    presented in collaboration with Artissima 
    supported by Fondazione CRT



    MAD MED

    music and visual research program

    start up on 18 october 2013





    _____________________________________________________________________________
    _____________________________________________________________________________
    _____________________________________________________________________________





    settebre 2008 - luglio 2013
    Galleria Umberto I, 29 - Porta Palazzo, Torino




    _____________________________________________________________________________
    _____________________________________________________________________________
    _____________________________________________________________________________







    patrizio

    Gianluca Concialdi
    Renato Leotta
    Daniele Mana

    27 june - 26 july

    tuesday - saturday / 16 - 19.30
    or by appointment










    Eravamo tutti convinti fosse un ruscello.
    La notte andavamo, con i sacchetti sui piedi nudi e i secchi di plastica a raccogliere rane.
    In mutande con la melma ai polpacci, nel piazzale dei villini, sotto i lampioni gialli,
    gli si dava dei nomi, si dava il via alla gara.
    E sulle dune, tra l'umido e la sabbia battuta, si stendono coperte, si rubano gelati,
    la spiaggia c'è solo di notte.
    Di giorno la canna dell'acqua
    Il gazebo del charlie brown
    Le nuche rasate.
    Poi inizi a sentire l'estate, non ti dissoci più.
    Ti trovi a testa sotto, a guardare la "buca" che ti sovrasta, l'agave e il finocchietto, le piante grasse e la rupe scoscesa sotto il sole.
    C'è chi sulla spiaggia mangia il gelato.
    Dopo anni lontana dal mare, mi trovo sottoterra.
    Ripenso alle geometrie della natura.
    Alle inclinazioni delle coste, alla brezza.

    Elisa Troiano







    Gianluca Concialdi
    "Renato Renato Renato", 2013. cuttlefish ink, airbrush blow
    installation view Cripta747, Torino









    Renato Leotta
    "column", 2013. video projection
    installation view Cripta747, Torino 





















    renato leotta / gianluca concialdi
    "patrizio", 2013. still frame

















    _____________________________________________________________________
     _____________________________________________________________________





    4 july 2013

    C I N E M A
    h 22.00
    I V I T E L L O N I
    free entry







    _____________________________________________________________________
     _____________________________________________________________________








    T - A - X - I

    26 may, 6 - 8 pm
    Almanac Project, London

    Gianluca Concialdi, Derek Di Fabio,Giovanni Giaretta, Renato Leotta, 
    Pennacchio Argentato, Gianandrea Poletta, Manuel Larrazàbal Scano, 
    Andrea Scopetta, Santo Tolone

    Pennacchio Argentato, Untitled (Tarumizu), 2007. Courtesy T293 Gallery



    Almanac Projects is pleased to present T-A-X-I, a project by Cripta747, co-curated with Almanac.
    From the 21st to 27th of May 2013, a series of screenings, workshops, performances and interventions will take place at Almanac.

    On Sunday 26th of May the projects realized during this period of time will be presented.

    The same evening, from 8pm to 2am, the music research of CLUB TUCANO with TDC and PP17/19 will be presented at Power Lunches, 446 Kingsland Road, E8 4AE

    T-A-X-I is a platform devoted to research and exchange among curators, artists and institutions.
    Their aim is to create a curatorial board, bringing together diverse professional experiences to work towards a specific knowledge of the Italian context in the arts.

    www.t-a-x-i.it
    www.almanacprojects.com

    In collaboration with Artissima Lido
    Sponsored by Peroni


























    ________________________________________________








    CLUB TUCANO # 12
    on sunday 26 may - h 8 pm - 2 am
    Power Lunches, London
     TDC
    1 DI NOI
    PP 17/19
     










































    ________________________________________________








    18 april - 25 may

    GIANANDREA POLETTA
    Mirror Project 4 
    curated by Elisa Troiano

    Associazione Barriera
    via Crescentino 25, Torino 


    CRIPTA747 moves to Barriera to curate the fourth edition of Mirror Project annual site-specific  
    exhibition, inviting Gianandrea Poletta for its first solo, curated by Elisa Troiano. 
     The exhibition moves from suggestions from the urban landscape, as social and aesthetic place.
    The space it turned in to a set reproducing an exterior evironment, in which some sculptures are
     displayed.Those artworks are developed from real experiences and objects which are redrawn to
     invoke some sort ideal or futuristic world.This process can be seen as a dynamic movement, a
    bouncing, from the reality we live and the world we want to live in.


    Gianandrea Poletta, Installation view, 2013. Courtesy Cripta747 



    Questo tempo che abbiamo da trascorrere insieme, ti prego passiamolo camminando. Ormai si passeggia anche di lunedì, sai? 
    Poi se svoltiamo a sinistra arriviamo in centro, la macchina la lasciamo lì sotto al cavalcavia.
    — Ma, non ce l’abbiamo la macchina!!


    Il lavoro presentato da Gianandrea Poletta proietta lo spettatore in un mondo parallelo.
    Agendo sulle loro dinamiche, gli oggetti osservati nel quotidiano, prendono nuove forme diventando vettori di messaggi impazziti; i codici di una precisa cultura e di una sua combinata esperienza, soggetti a questa forte accelerazione si alterano, fornendo a chi li osserva la visione di una realtà parallela o presumibilmente futura.
    La performance The Weekend si struttu- ra in dimensioni temporali diverse, interi- orizzando più esperienze, fino ad arrivare a compiersi davanti allo spettatore mediante un gioco di lettering combinatorio: N-O-W.
    L’attenzione è focalizzata tanto sul presente quanto sul futuro, un meccanismo di completamento continuo che attrae il mondo esterno dentro la mostra e che rende l’opera momento aggregante tra lo spazio ed il messaggio.
    L’invisibilità traccia un filo conduttore unico, portando all’interno della mostra un messaggio chiaro e distintivo, un “qui ed ora” che spinge velocemente all’azione. Atteggiamento visibile anche in Club Tucano, dove una scritta a neon di un night club rieditata con caratteri esotici trasla l’esperienza diretta di un momento di ag- gregazione notturna in un modello nuovo che sembra essere accaduto comunque in altri luoghi o in altri tempi.
    Osservando l’esatto momento di fusione tra esperienza ed eventi, l’opera di Gianandrea Poletta, agisce e si concretizza su quell’istante di tensione che spinge il reale verso l’eccezzionale; in Moondance, sei paia di sneakers danzano come soggette a leggi della fisica differenti dalle nostre.
    Si cerca lo spostamento del punto di vista, minimo ma percettibile, lo scenario urbano diventa iconico e come se ci trovassimo in un set allargato se ne scorgono i limiti e il fuori campo.
    Si pensa a ciò che sta accadendo e quali tra le possibili conseguenze saranno deter- minanti per il nostro futuro.
    Partendo da un analisi ironica si ragiona intorno a temi di coscienza generaziona- le, innalzando i suoi stessi codici. Si parla di azione, di superamento dei limiti fisici e spaziali, si beve alcol in un club di Tangeri, ci si risveglia a Torino e il pensiero rimbalza tra la realtà di tutti i giorni ed il futuro immediato in cui vorremmo vivere.

    Elisa Troiano


    Gianandrea Poletta, Felix Baumgartner, 2013. 
    mixed media - Courtesy Cripta747 
     








    Gianandrea Poletta, the weekend, 2013. 
    performance with 3 caps - Photo by Alessandro Bertelle











    ________________________________________________







    CLUB TUCANO # 11
    on friday 03 april - Cripta747, Torino

    IVVVO
     THEIR DUET









    ________________________________________________







    CLUB TUCANO # 10
    on thursday 25 april - Cripta747, Torino 

    GATEKEEPER
    OOBE 
    TANA DEL COBRA










    ________________________________________________






    9 pm on friday 12 april

    PATRIZIO
    Gianluca Concialdi - Renato Leotta 

    via Grotte Bianche 62
    Catania 





    The screening video Patrizio was born from the analysis of the opera of Patrizio Esposito (Naples 1960-1984). He was an eclectic and talented singer, the first who formalized the figure of the "sciupafemmine" in the italian scene of popular music; this statement lead him to a premature death by heroin pushed by third parties.
     
    The monk seals are species protected in the Mediterranean, about six hundred aquatic mammals that inhabit the marine space between the Canary Islands and the coasts of Lebanon; they live scattered in a dozen community interconnected together by migration of shoals of fish and currents.
     
    The sportswear brand about football overalls is the acronym of a family member's name, and the model of every single cloth takes name from the North Africa countries.






      
    Gianluca Concialdi / Renato Leotta, Patrizio, 2013. 
    still frame video





















    Patrizio, 2013 
    via grotte bianche, Catania













    ________________________________________________

     


    CLUB TUCANO # 9 
    on friday 12 april - Club 900, Catania
     
    VAGHE STELLE
    OOBE
    IL GARAGE




























    ________________________________________________






    News























    Saturday 16 February 2013  -  h 22

    AQUARIUS OMEGA
    O.O.B.E (NIGHTMARES PUSHER/NET)
    OTTAVEN
    PIOTR KUREK
    TDC
















     INDOOR

    Live @ Club Tucano   
    Saturday 19 January h 22 - DANCEHOLE VOL. IV  
    Saturday 12 January h 22 - TDC MOTORI 




























    INDOOR

    courtesy Piero Gilardi
    "Carciofi e prugne", 2012



























    INDOOR

    5 November 2012 - 7 January 2013

    Kianoosh Motallebi 
    "Where is Your God Now?" 
    a cura di Sara De Chiara e Matteo Consonni


    Where is Your God Now? è uno slogan divenuto celebre su internet negli ultimianni, poichè associato alla proliferazione nel web di immagini raffguranti oggetti bizzarri, spesso fotomontaggi, o situazioni impreviste che sfdano la logica della comprensione umana. Su questo momento di sospensione e di incredulità nei confronti di ciò che compare davanti ai nostri occhi si concentra il lavoro di Kianoosh Motallebi. Attraverso un lavoro di decontestualizzazione di oggetti di uso comune e di manipolazione delle informazioni che essi veicolano, in un modo che va contro la loro funzionalità, l'artista indaga la natura transitoria e immateriale della conoscenza. Motallebi considera l'arte, al pari della scienza, una forma di indagine del mondo fsico in grado di sondare le possibilità e i limiti della comprensione umana, mettendo in evidenza il legame sottile e profondo che unisce le esperienze di ogni giorno al contesto più ampio delle leggi fisiche che governano parimenti l'ambiente in cui viviamo e l'universo. Nell'intuizione sta la vicinanza tra arte e scienza, l'intuizione che conduce alla scoperta di invisibili ingranaggi che governano il meccanismo della realtà. La tecnologia, da cui Motallebi prende in prestito il linguaggio, accompagna il cammino della conoscenza, potenzia la vista e permette la verifca dell'azzardo, come il caso recente della scoperta del bosone di Higgs.

    Kianoosh Motallebi (1982, Liverpool) vive e lavora ad Amsterdam.

    Ha studiato alla Slade School of Fine art e alla Koninklijke Akademie van Beeldende Kunst. Tra le recenti mostre a cui ha partecipato: it weighs more than happiness, Billy Town, collaboration with Maarten Sleeuwits, The Hague, NL (2012); Meta Morf 2012, TSSK, Trondheim, NO (2012); Everyone else was busy or dead, SchauOrt, Christian Buntgen, Zurich, CH (2012); Tender ButtonsGalerie Kunstzicht, Gent, BE (2012); V2 DEAF- Dutch Electronic; Studio05, Van der Mieden Gallery; Guest Project, the physical Center, GB (2011).

    Where is Your God Now? è la prima mostra di Kianoosh Motallebi in Italia.



    INDOOR

    Saturday 15 December 2012  -  h 17 - 21

    Supermarket and Cripta747 presents




























    OUTDOOR

    Renato Leotta presents 
    "une installation d'une  experience collective"
    Table ronde curated by Nicola Setari

    29 November 2012 - 6 pm
    Maison Rouge, Paris


















































     
    OUTDOOR

    Full Moon Saloon #12

    28 November 2012 - 6 pm
    O', Milano































    OUTDOOR

    "Surtout la table"
    Marco Bruzzone
    a cura di Massimo Palazzi e Cripta747

    Thursday 15 November 2012 - 8 pm
    Ristorante il Bunet, Novi Ligure, (AL)




























































    OUTDOOR

    ROMA SUPPORTA CRIPTA747
    Saturday 17 November - 12 pm

    Marianna Vecellio MC
    Pastificio Cerere - at studio Gianni PolitiRoma






























    OUTDOOR

    8 - 11 November

    White Columns / Cripta747
    Artissima, Oval, Torino





























    OUTDOOR

    20 oct - 20 dec 2012
    Opening 19 October 2012 h 7 pm

    "Les associations libres", Maison Rouge, Paris
    Cripta747 feat. Mauro Vignando



































































































    27 sep - 13 oct 2012
    Spill Out # 1

    Giovanni Giaretta 
    "Untitled" (Study for a portrait), 2012
    video full HD, 13' 06''

    "Untitled" (Study for a portrait) di Giovanni Giaretta.
    Il video documenta il rapporto di un entomologo con alcune diverse specie di farfalle.
    I Gesti e l' esperienze creano una storia a metà strada tra una descrizione scientifica e un linguaggio ludico.

    "Untitled" (Study for a Portrait) by Giovanni Giaretta. 
    The video documents the relationship of an entomologist with some different species of butterflies. 
    The set of actions and experience create a story halfway between a scientific description and a ludic language. 












    27 september 2012 h 7 pm

    NEW SEASON 
    PROGRAM PRESENTATION 









































































    Founded in 2008, CRIPTA747 is an Indipendent Cultural Center based in Torino 
    co-run by Renato Leotta, Elisa Troiano and Alex Tripodi